Aliano

Aliano

 

Regione: Basilicata
Superficie: 96 km²
Popolazione: 1284 istat 2001
                     (1082 istat 2011)
Densità: 11,09 ab./km²
Altitudine: 498 m s.l.m
Data intervento: 2008

CENNI STORICI
Arrampicato su un colle argilloso a 498 m s.l.m., domina la Val d’Agri e il torrente Sauro nella parte centro-occidentale della provincia al confine con la parte centro-orientale della provincia di Potenza. Nel suo territorio sono presenti numerosi calanchi, che danno alla città un paesaggio del tutto unico. Fa parte della Comunità Montana Collina Materana. Il nome del borgo deriva dal latino Praedium Allianum, cioè podere di Allius, gentilizio romano. Data la vicinanza ai fiumi Agri e Sinni, sin dall’antichità fu centro importante di scambi tra la civiltà greca, etrusca ed enotria, come testimoniato dalla scoperta di una necropoli risalente ad un periodo compreso tra il VII ed il VI secolo a.C., contenente più di mille tombe e numerosi reperti. Alcune fonti parlano di un borgo di pastori esistente e già sviluppato ai tempi di Pirro, nel 280 a.C. Tuttavia i primi testi in cui viene ufficialmente citato Aliano sono datati al 1060, anno in cui risale una bolla papale che attribuiva al vescovo di Tricarico l’amministrazione del borgo. In epoca medioevale Aliano fu feudo di diverse famiglie, tra cui i Sanseverino, i Carafa ed i Colonna.
Nella storia recente di questo piccolo centro non si può non ricordare lo scrittore Carlo Levi che qui ambientò il libro Cristo si è fermato ad Eboli (1945). Levi durante il regime fascista, negli anni 1935-36 fu condannato al confino in Lucania a causa della sua attività antifascista e trascorse un lungo periodo in Basilicata, prima a Grassano e successivamente ad Aliano (che nel libro viene chiamata Gagliano, imitando la pronuncia locale). La casa dove ha abitato Carlo Levi si trova all’ingresso del paese, sono ancora intatti la dimora e i luoghi narrati nel romanzo e nei vicoli sono incisi brani simbolo del libro. Levi ebbe qui l’occasione di scoprire un’altra Italia che era, appunto, quella contadina del Mezzogiorno. L’economia si fonda soprattutto sull’agricoltura e la pastorizia; l’abitato infatti è circondato da piantagioni di ulivo che rendono fiorente la produzione di olio d’oliva, da frutteti (in particolare pescheti e agrumeti), e vi si pratica l’allevamento caprino e ovino. La presenza di resti archeologici neolitici e la tomba di Carlo Levi rendono il paese importante dal punto di vista turistico-culturale.

STRATEGIA PROGETTO
È stato realizzato il, così detto, “Parco Letterario” per onorare la memoria di Carlo Levi, il paese è ricchissimo di luoghi, oggetti, eventi che ci fanno ripercorrere i passi del suo esilio degli anni ’30. La casa dove abitava Levi è stata totalmente restaurata e ora è aperta alla visitazione, i luoghi descritti nel suo libro “Cristo si è fermato a Eboli” si sono mantenuti com’erano una volta, ed è possibile visitare il riallestito set cinematografico del film che porta lo stesso nome del libro, realizzato nel 1979 da Francesco Rosi con Gian Maria Volontè. Ci sono in programazzione spetaccoli teatrali all’aperto e una mostra permanente allestita nell’ex municipio del paese è sempre aperta a visitazione. Il percorso turistico legato alla vita dello scrittore si chiama “Viaggi sentimentali”. Ad Aliano si svolge inoltre il Premio letterario nazionale Carlo Levi, una mostra e un Premio di Pittura. Da riqualificazioni di piazze e vie importanti alla acquisizione e ristrutturazione di Palazzi di grande valore storico e architettonico, alla creazione del “Percorso dei Calanchi” sono tanti gli interventi di valorizzazione avviati e realizzati ad Aliano dal 2008. Altri progetti di riqualificazione urbana sono stati realizzati o sono ancora in via di realizazione, come ad esempio il recupero di immobili di proprietà comunali siti nel centro storico, nel rione “Carlo Levi”, di abitazioni da destinare ad alloggi a canone sostenibile e la realizzazione di abitazioni di edilizia residenziale pubblica. Si ricaveranno sette alloggi. Le abitazioni saranno concesse in locazione a canone sostenibile, per un periodo non inferiore a 25 anni. L’accordo è stato firmato nel 2007 in una convenzione tra la Regione Basilicata e il comune di Aliano.

INTERVENTO DI RECUPERO     1 Int.recupero Parz
PARTECIPAZIONE     2 partecipaz Parz
CONTINUITA’ ARCHITETTONICA    1 Recupero PARZI
DEMOGRAFIA    4 demografia DECRESCITA
AFFLUENZA TURISTICA      12 turismo Alto
PRESENZA DI STRANIERI     10 stranieri Basso
ETA’ MEDIA        11 etàmedia Med
ACCESSIBILITA’      4 accessi Buon
AUTOSUFFICIENZA ECONOMICA      6 autosuff Parz

Riferimenti:
http://www.comune.aliano.mt.it/
http://www.aliano.it/
http://www.parchiletterari.com/parchi/levi_aliano/index.php